20170923_111519 - Copia - Copia

Ascolto, accoglienza e sostegno: è questa la favola del Bosco Incantato presso l’Ospedale Buzzi a Milano rivolto ai genitori e ai loro bambini che si trovano ad affrontare malattie e un ambiente ospedaliero sconosciuto.

Oggi più di ieri il termine favola assume talvolta una connotazione negativa in riferimento a promesse non mantenute, idee presto dimenticate. Ma non tutte le favole sono destinate a rimanere fantasia: alcune diventano realtà, ed è il caso del Bosco Incantato.

Il progetto cresce e si sviluppa ogni giorno per offrire un supporto sempre più concreto, basti pensare che in 4 mesi circa sono stati accolti presso lo spazio ascolto e accoglienza e lo Spazio Mamme 474 bambini, di cui la metà tra i 0 e i 3 anni.

Tutto questo è stato reso possibile dal grande lavoro che volontari e operatori di Fondazione Arché stanno portando avanti, costruendo una “rete” di contatti e relazioni sempre più forti sia all’interno dell’ospedale che sul territorio per agevolare il più possibile le famiglie e i loro bambini.

È stata creata, per esempio, una connessione tra Spazio Mamme e il reparto di Terapia Intensiva Pediatrica e di Clinica Pediatrica che si trova al piano superiore e che non è dotato di una sala di attesa. Questo consente di ospitare i familiari in uno spazio accogliente e poter scambiare due parole, anche di conforto, durante l’attesa e nei momenti in cui non è possibile sostare in reparto per le visite mediche. I genitori vengono poi chiamati direttamente con un telefono interno allo spazio non appena possono ritornare dai loro bambini.

Inizialmente si è lavorato in collaborazione con l’Ospedale Buzzi per rendere sempre più accoglienti gli spazi: colori, giochi e un parziale rifacimento della segnaletica per aiutare nell’orientamento all’interno della struttura ospedaliera. Oggi vengono organizzate delle piccole attività creative per intrattenere i bambini con le loro mamme e papà e offrire qualche momento di svago e distogliere così i pensieri. Un programma comunicato di volta in volta attraverso volantini, locandine e volontari è di supporto ai genitori per organizzarsi e scandire la giornata.

Quello del Bosco Incantato è un progetto di Arché in continua evoluzione che cerca di tessere sempre nuove relazioni sia all’interno della struttura che sul territorio per offrire il massimo supporto possibile alle famiglie e ai loro bambini, grazie al lavoro di 20 volontari preparati e guidati da Marta e Carlotta, le operatrici del progetto.

Potete incontrare il team del Bosco Incantato presso:

SPAZIO ACCOGLIENZA all’ingresso di via Castelvetro 32 dove trovare ascolto, informazioni e indicazioni, e uno spazio accogliente per grandi e piccini dove sostare

SPAZIO MAMME nell’atrio al 1° piano del Padiglione A (vedi la mappa), una stanza confortevole dedicata a genitori e parenti, con o senza i propri bambini, dove ritrovarsi, trovare ascolto e supporto o riposare nei momenti di attesa.