Save the Children e Ospedale Sacco insieme per il progetto “Fiocchi in Ospedale”, a supporto delle mamme prima e dopo il parto. 

Lo spazio, implementato in collaborazione con Fondazione Arché Onlus e APS Mitades, è il secondo in Lombardia e si aggiunge a quello già operativo dell’Ospedale Niguarda sempre a Milano, che ha già raggiunto 8 mila beneficiari adulti e oltre 5.500 bambini

Uno spazio gratuito e libero a misura di mamme e neonati, dotato di fasciatoi, sala per l’allattamento, con la possibilità di incontri formativi con ginecologi, psicologi ed esperti del settore. Un luogo accogliente dove mamme in attesa e neo-mamme possono confrontarsi, affrontare problematiche, acquisire informazioni per prepararsi all’arrivo di un bambino grazie al supporto concreto di medici e professionisti.

È lo sportello “Fiocchi in Ospedale” di Save the Children, inaugurato ieri alle 11.30 presso il reparto Ostetricia-Ginecologia dell’Ospedale Sacco di Milano, in collaborazione con Fondazione Arché Onlus e APS Mitades, alla presenza della Dott.ssa Gemma Lacaita, Direttore Socio-sanitario ASST Fatebenefratelli-Sacco; la Prof.ssa Irene Cetin, Direttore Dipartimento Materno Infantile e dell’Ostetricia Ginecologia dell’Ospedale Sacco; Francesca Romana Marta, coordinatrice progetto Fiocchi in Ospedale, Save the Children; la Dott.ssa Paola Pileri referente del Progetto Fiocchi in Ospedale per l’Ospedale Sacco; Padre Giuseppe Bettoni, Presidente Fondazione Arché Onlus; Silvia Baldini, Presidente APS Mitades.

E’ il secondo spazio aperto in Lombardia da Save the Children dopo quello dell’Ospedale Niguarda, sempre a Milano. Il progetto “Fiocchi in Ospedale”, attraverso la collaborazione tra ospedali e territorio, si propone di migliorare le condizioni dei bambini seguendo la gestazione delle mamme e supportando le famiglie fin dai primi giorni di vita del neonato, realizzando anche progetti specifici anche per i nuclei familiari più fragili ed indigenti. Un punto di riferimento per i genitori e per le neomamme in particolare, che si trovano ad affrontare un momento così delicato come quello dell’arrivo di un bambino.

“Una nuova nascita è un momento particolarmente sfidante per i neogenitori ed è fondamentale che istituzioni, realtà locali e operatori del settore collaborino, affinché le famiglie trovino un sostegno concreto. Siamo particolarmente orgogliosi del secondo spazio di “Fiocchi in Ospedale” aperto a Milano, che va a rafforzare ancora di più la rete attorno alle neomamme in una grande città dove fanno fatica a trovare punti di riferimento e che supporta anche le famiglie che si trovano in situazioni di vulnerabilità economica e sociale” afferma Raffaela Milano, Direttore dei Programmi Italia-Europa di Save the Children.

Dal 2012, Save the Children ha avviato Fiocchi in Ospedale in 8 Ospedali italiani, altre all’ASST Fatebenefratelli-Sacco e Niguarda di Milano, sono coinvolti l’Ospedale Cardarelli di Napoli, l’Ospedale Maria Vittoria di Torino, il Policlinico di Bari, il San Camillo, il San Giovanni. Il Progetto, dal suo avvio, ha raggiunto oltre 20mila beneficiari adulti e 12482 bambini.

“In Italia, le politiche di sostegno alle mamme in gravidanza e alle neomamme risultano ancora disomogenee e frammentate. Spesso il carico di lavoro e di cura grava sulle mamme che, sempre più spesso, sono costrette a sopperire a servizi assenti rinunciando alla propria vita professionale e sociale. Una mancanza che può essere colmata solo con l’interazione e la formazione di una rete che dia loro supporti adeguati” conclude Raffaela Milano.    

Lo spazio aperto presso l’Ospedale Sacco offre accoglienza e ascolto prima e dopo il parto; incontri e confronti tra genitori e futuri genitori; consulenza ed incontri con professionisti per ricevere informazioni su come prendersi cura del proprio bambino; attività di sostegno all’allattamento, allo svezzamento, all’igiene personale, e ai piccoli disturbi; sostegno diretto alle famiglie in difficoltà (materiale, sociale, emotiva, psicologica); orientamento ai servizi del territorio: consultori, ambulatori, servizi sociali, pediatra di famiglia; integrazione con i servizi offerti da Save the Children, le associazioni partner e le altre realtà attive sul territorio di Quarto Oggiaro.

Lo spazio all’interno dell’Ospedale Sacco è aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 presso gli Ambulatori Specialistici di Ostetricia-Ginecologia, al padiglione 6, piano terra. Il progetto Fiocchi in Ospedale di Save the Children è presente da settembre 2012 all’interno del reparto maternità dell’Ospedale Niguarda di Milano, e dall’inaugurazione sino a fine 2016, il progetto ha raggiunto circa 8 mila beneficiari adulti e più di 5.500 bambini.

“Il Dipartimento Materno Infantile dell’Ospedale Sacco è da tempo impegnato nel sostegno della futura mamma e del benessere del nascituro, attraverso la promozione di corretti stili di vita ed in particolare di una equilibrata alimentazione” afferma la prof.ssa Irene Cetin, Direttore Dipartimento Materno Infantile e dell’Ostetricia Ginecologia dell’Ospedale Sacco, che conclude “In particolare, vogliamo che la mamma affronti la gravidanza ed il parto con consapevolezza e nelle condizioni migliori, sia dal punto di vista emotivo ma anche con attenzione agli aspetti della sicurezza”.

Particolare attenzione all’interno delle attività dello spazio di Fiocchi in Ospedale dell’ASST Fatebenefratelli-Sacco di Milano, viene data alle necessità specifiche di ogni singolo neonato attraverso il monitoraggio continuo delle mamme in attesa e dei neo-genitori ed è previsto l’intervento per prevenire casi di maltrattamento e abuso, così come la segnalazione di particolari situazioni di disagio sociale, psicologico e socio-economico.

“Una bella opportunità per l’associazione Mitades poter contribuire anche con questo progetto al benessere dei bambini: con il progetto Fiocchi in Ospedale e il progetto Spazio Mamme attivo allo Spazio Agorà di Quarto Oggiaro garantiamo continuità di sostegno e accompagnamento a genitori e bambini dalla nascita ai 6 anni” dichiara Silvia Baldini, presidente APS Mitades.

“Siamo davvero contenti di collaborare a questo nuovo punto di Fiocchi in Ospedale nella struttura del Sacco di Milano. Qui non c’è soltanto una grande competenza professionale ma anche un enorme valore umano, quella preziosa sensibilità, che da sempre come Arché promuoviamo e condividiamo, verso i temi del sostegno all’infanzia e alla genitorialità. In questi 25 anni di esperienza, come Arché abbiamo incontrato tante mamme e tanti bambini in difficoltà, tante famiglie con storie difficili e un equilibrio da ricostruire. È un lavoro delicato che non si può fare da soli. Ecco perché entrare a far parte di questa rete, in grandi città come già a Roma e Milano, è fondamentale: è una risposta al bisogno di madri, padri e bambini di essere ascoltati, di essere accolti nella loro fragilità. Soltanto insieme si possono costruire nuove strade, nuove possibilità per il futuro”, dice padre Giuseppe Bettoni, Presidente Arché.